Idee per un’intelligenza artificiale al servizio del tuo business

project by

To be or not to be Humans?

2018-05-21T09:54:33+00:00 18 maggio 2018|

L’intelligenza artificiale è oggi una tematica sulla bocca di tutti, e da ogni parte è considerata come una vera e propria rivoluzione. Dopo molti anni di speranze, passi falsi e disillusioni, sembra che questa sia la volta buona. L’Intelligenza artificale può uscire dai libri e dai film di fantascienza per diventare qualcosa di reale, tangibile, quotidiano.

In realtà, anche se forse non ce ne siamo accorti, questo accade da tempo: pensiamo ai navigatori satellitari che sulla base del traffico ti indicano la strada migliore, ai sistemi di traduzione linguistica, alle applicazioni che ti consigliano il prodotto o il contenuto più vicino ai tuoi gusti, agli assistenti vocali o ai sistemi che in automatico riconoscono chi è accanto a te nella foto appena postata su un social network. Tutto questo è possibile solo perché dietro ci sono sistemi di intelligenza artificiale sempre più potenti e precisi.

La vera scommessa oggi è portare le potenzialità dell’intelligenza artificiale all’interno delle nostre aziende: è la 4° rivoluzione industriale, e cambierà radicalmente la nostra concezione di lavoro.

Molti oggi hanno paura che, prima o poi, il lavoro dell’uomo diventi irrilevante, di essere tutti sostituiti da macchine intelligenti, forse più intelligenti di noi.

Noi crediamo invece alla nascita di una nuova alleanza, fra l’uomo e la macchina.

L’intelligenza artificiale non sostituirà mai le peculiarità chiave di noi esseri umani: la creatività, l’innovazione, la capacità di gestire relazioni e attività ad elevata variabilità e complessità. Per contro, l’intelligenza artificiale può eliminare molte atività ripetibili e fornirci supporto per decidere meglio, analizzando in profondità quantità incredibili di dati.

Questo è lo scambio: potenziare e amplificare le capacità, uniche e irripetibili, che ognuno di noi ha.

E in questo l’Italia ha un differenziale unico, che spesso vediamo vanificato dalla cattiva organizzazione. La nostra capacità di creare, la nostra imprenditorialità, il nostro gusto e la nostra passione non saranno mai sostituibili. Anzi, in un mondo dove l’automazione e l’intelligenza artificiale renderanno uniformi tutti i processi più ripetitivi, questi i fattori competitivi saranno incredibilmente amplificati.

Ma come possiamo fare? Come introdurre una cosa tanto complessa e tecnica come l’intelligenza artificiale nelle nostre realtà? Come rendere tanti slogan commerciali un valore concreto per le nostre aziende?

Per questo motivo è nato BeHumans, un progetto editoriale che ha l’obiettivo di diventare un punto di riferimento per chi vuole portare l’intelligenza artificiale nella propria realtà, raccogliendo idee, metodologie, testimonianze e racconti.

Per questo Behumans:

  • è rivolto a imprenditori e manager, per far uscire l’intelligenza artifciale da incomprensibili tecnicismi e farla diventare oggetto di discussione di business;
  • è un posto di condivisione aperto a tutti, a chiunque voglia raccontare idee ed esperienze;
  • vuole affrontare la tematica a 360°, trattando tutti gli elementi necessari per una reale e concreta trasformazione di business;
  • è specifico sulle problematiche che caratterizzano il tessuto italiano, ma vuole essere trasversale ai settori e alle dimensioni aziendali.

Tutto questo perché crediamo che oggi l’intelligenza artificiale sia un elemento concreto e disponibile, che possa diventare un fattore competitivo importante per il sistema Italia.

Non perdiamoci questa opportunità: speriamo di avervi a bordo in questo percorso, e di poterne discutere insieme!

Scrivi un commento